Game of Thrones RECENSIONE CON SPOILER s08e06

Game of Thrones RECENSIONE CON SPOILER
S08E06 “Il Trono di Spade”

Arriva la conclusione per lo show che in soli nove anni ha modificato per sempre il modo di fare Televisione, di percepire il genere “Fantasy” e il Fandom stesso.
Riprendendo da dove abbiamo lasciato, i “buoni” della nostra storia vengono a patti con quello che è successo: Daenerys ha decimato la popolazione e ha acconsentito al massacro nelle strade, ad insaputa di tutti. Più indignato di tutti è Tyrion che tanto aveva investito e creduto in lei…quasi come ObiWan e Yoda, che credevano AnakinSkywalker fosse il Prescelto (spero di non avervi perso)
Dopo aver disseppellito dalle macerie dei sotterranei i corpi di suo fratello Jaime e di Cersei, che tanto aveva amato e odiato rispettivamente, è ora di porre fine a questa carneficina.

Già, perché il LatoOscuro è forte in questa ragazza, e la vittoria giustifica ancora di più le motivazioni e i suoi argomenti. Come fu per Adolph Hitler nel ’39, la ReginadeiDraghi intona il suo discorso di insediamento al Trono, e i toni sono forti, duri, carichi di spirito combattivo, di un cieco senso di giustezza e delirante onnipotenza. La certezza di essere nel giusto è il carburante migliore per chi ha un piano ambizioso, i mezzi e la determinazione necessaria.
Jon e Tyrion non possono fare altro che subire ogni decisione. A quanto pare, sul Trono salirà un tiranno e Daenerys sembra voler “liberare” tutti i popoli del Mondo.

L’ultimo tentativo di spegnere questo fuoco avviene nella Sala del Trono, devastata da Drogon nella scorsa puntata. Il confronto tra Jon e Deny’ sembra essere arrivato ad una situazione di stallo: Lei crede di essere nel giusto mentre Lui non vuole fare parte di quel piano. In preda alle lacrime per ciò che sta per accadere, Jon sembra aver realizzato che l’unico modo di risolvere la faccenda é ucciderla. Il teatro della tragedia mette in scena il suo ultimo atto: l’ultimo bacio tra Daenerys e Jon, tra il petto di lei e la daga di lui.

Tra le lacrime di Jon e il pianto di Drogon, Daenerys muore ad un passo dal Trono di Spade che viene fuso dalle fiamme del drago che quasi sembra dire “Va bene, lo ammetto, mia mamma era cattiva e non ti do fuoco solo perché sei di famiglia, ma il Trono non lo avrà nessun’altro!”. In una scena che ha del romantico, ma che lascia comunque perplessi e curiosi, Drogon prende con sé il corpo di Daenerys e vola via…per dove e a far cosa, non ci è dato sapere. Peccato ☹

Dopo un salto temporale di qualche settimana, lo show ritorna alle sue origini: in una danza di parole tra i personaggi sopravvissuti alle 8 stagioni passate, veniamo a sapere (come un fulmine che cade nel bagno di casa vostra) che Jon è stato fatto prigioniero e che, a quanto pare, sono YaraGreyjoy (sorella di Theon, il SenzaAttributi) e VermeNudo i suoi carcerieri. Sinceramente non capisco come Yara, che ha visto Daenerys forse un totale di due volte e mezza, sia così di parte, ma vabbè.
Una volta deciso e stabilito che Jon non verrà giustiziato (e vorrei ben vedere che me lo ammazzi dopo tutti questi anni), è ora di scegliere il prossimo Re, e l’unica soluzione sembra essere quella della designazione. Ovviamente le candidature al Trono si sprecano: come quella del pavido EdmureTully, che viene subito zittito e invitato a sedersi da Sansa.
La soluzione più ovvia per Tyrion, che ha ormai fatto ammenda per gli errori commessi quando era sotto Daenrys, è quella di candidare Brann al Trono.

“Lo Spezzato”, come poco affettuosamente viene chiamato (certo! Lo so che siamo in un certo tipo di “Medioevo”, però…), è il detentore della Storia degli uomini e, oltre ad avere una storia personale fantastica, può vantare anche il dono della preveggenza…il candidato ideale, no? Bah, ok.

Il futuro è salvo, tutti si sono sistemati ed è ora per il finale che tutti aspettavamo da anni: quello de “Il Ritorno del Re”, ovvero sette finalini montati in serie e in parallelo. Che per carità del Signore della Luce, è visivamente di effetto, ma narrativamente lascia un po’ troppo spazio alla nostra capacità di riempire i buchi.
In barba a tutti i fan che, tra le tante cose, avevano contestato a Jon di non aver degnato di una carezza il suo MetaLupo Ghost, ecco che lo vediamo ricongiungersi con lui, i GuardianidellaNotte (che quale scopo avranno ora se non quello di rieducare i suoi membri? ), e Tormund. Sulle note del tema principale della serie vediamo Jon tornare oltre la Barriera, unico luogo dove era riuscito a trovare l’amore, l’onore e il tipo di uomo che doveva diventare. Lunga vita a Jon Snow….Aegon Targaryen…che confusione!

E voi? Cosa ne pensate? Siete soddisfatti, incazzati come vipere o anche voi siete rimasti un po’ così come a dire “beh…? Tutto qui’”. Per quanto mi riguarda, chiamatemi “Ser Sempliciotto” ma non ho avuto molto problemi con questo finale, Ottima serie, Mediocre stagione, Buon finale.
“Ciò che è morto non muoia mai”
FATECI SAPERE LA VOSTRA!!!

[di Mannaggio]