Game of Thrones Recensione CON SPOILER s08E05

Game of Thrones Recensione CON SPOILER s08E05

“Le Campane”

Dopo gli ultimi tragici eventi, la Regina dei Draghi vive isolata nelle sue stanze a Roccia del Drago, senza mangiare e senza parlare con nessuno….marinando nella rabbia e la smania di vendetta. Alle sue spalle però, la ruota continua a girare, e Varys è pronto a rivelare a tutto Westeros il segreto del secolo: JonSnow è un Targaryen e legittimo Re del Trono di Spade.
Per placare i nuovi impulsi di Daenerys, Tyrion cerca di darle in pasto il traditore #Varys, ma questo non fa altro che aumentare i sospetti di lei, che ora galoppano in ogni direzione. La tensione è crescente e palpabile, l’idillio da telenovela che ci aspettavamo non arriva, anzi, si scivola sempre di più nella tragedia.


Nonostante tutte le dichiarazioni di fedeltà e affetto, Jon non riesce a placare la rabbia e la paranoia di Daenerys che, se non può contare sull’amore e l’appoggio di chi le sta attorno e del popolo, sceglie la via del terrore: uccidili tutti, mettili in riga e le future generazioni non dovranno essere governate da un tiranno.

Il giorno dell’Ultima Guerra è arrivato. Diversamente dagli scontri precedenti, questo ha un che di strategico: la Flotta di Ferro di EuronGreyjoy viene sbaragliata dal fuoco dell’ultimo Drago di Deny’, che sembra uscire dal Sole stesso prima di attaccare. Dal lato opposto, Immacolati e Dothraky sono schierati contro la Compagnia Dorata, incenerita subito dopo la flotta…pessimo investimento😉
L’ultimo ostacolo ora sono le forze militari dei Lannister sparse in città. Come se volesse tamponare quello che sta inevitabilmente per accadere, Tyrion si raccomanda con Jon e VermeGrigio: quando la città si arrenderà, suonate le campane, non attaccate.


Dall’ altro delle mura cittadine, Daenerys è in groppa al suo Drago, le campane stanno suonando ma sembrano non portare l’effetto sperato: con gli occhi fissi sulla Fortezza Rossa (dove si trova Cersei), inizia il suo volo di morte. Soldati, donne e bambini cadono sotto le fiamme, mentre tra le strade infuria la mattanza.
Questo è lo scenario che la Regina Cersei ha difronte a sè: la sua flotta, la sua città, il suo esercito e i suoi cittadini sono alla mercé dell’usurpatrice Targaryen e del suo Drago. Accompagnata dalla fedele Montagna e da Qyburn, è ora di correre al riparo.
Nelle strade di Aprodo del Re, JonSnow guarda incredulo a quello che sta accadendo: i suoi stessi soldati hanno preso di mira i civili, indugiando nel mero omicidio e violenze.

Nel frattempo, JaimeLannister si sta facendo strada verso la Fortezza Rossa, dove si riunirà a Cersei per un ultima volta. Sulla sua strada incontra Euron il Pirata che, dopo uno scontro all’arma bianca, gli rimedia due fori in corpo e un sanguinamento costante.
Ma Cersei è anche la meta di Arya, che accompagnata dal Mastino, è pronta a vendicarsi per tutti gli Stark morti a causa sua.
Peccato che, come dice la canzone, “La Fortezza Rossa sta cadendo, sta cadendo, sta cadendo” e il Mastino convince Arya ad abbandonare l’idea e a salvarsi la vita, perché da quel luogo, in quel momento, non c’è ritorno.
Già perché il Mastino lo sa che l’ultimo scontro con suo fratello, gli costerà molto, tutto.

In uno scenario degno di “Highlander”, quando il Kurgan combatte contro Ramirez (analogia valida dai 30anni in su), la Montagna e il Mastino combattono per l’ultima volta. Mentre intorno a loro il mondo cade a pezzi sotto le fiamme del Drago, le spadate si sprecano contro quello che sembra un’avversario imbattibile. Ma il destino decide di farsi vivo una volta tanto, e il Mastino sceglie di sacrificarsi gettandosi nel vuoto con suo fratello.In una bellissima danza di montaggio televisivo, assistiamo alla fuga di Arya dalla città, che sta letteralmente venendo giù. Tutto è inutile, non c’è tempo per salvare nessuno, la situazione è ingestibile e, con il Drago ancora in gioco, la città è il posto meno sicuro dove rimanere.
Mentre riviviamo i momenti e le immagini di quel lontano Settembre 2001, quando l’orrore e l’incredulità generale hanno fatto breccia nelle nostre case attraverso le televisioni, assistiamo al momento più fragile e emotivo di Cersei che, giunta nei sotterranei verso una via di fuga sicura, cede al panico mentre ripete ossessivamente “Non voglio che nostro figlio muoia”. Jaime la stringe a sé mentre cerca di tranquillizzarla, purtoppo la loro via di fuga è bloccata e la fine si avvicina. Con un richiamo alle stagioni passate, quando lui diceva a lei “Nient’altro è importante, solo noi.”, i due si uniscono in un ultimo abbraccio, mentre il soffitto gli crolla addosso.


Tutto è finito, tutto è perduto. Approdo del Re è distrutta, Cersei morta, gli alleati e ribelli alla corona hanno decimato la popolazione e a Jon non resta che chiamare la ritirata dal campo di battaglia e risparmiare la vita dei pochi rimasti tra i suoi. 
Risvegliata dopo l’ennesimo trauma cranico, anche Arya riesce a salvarsi la pellaccia grazie ad un provvidenziale “Cavallo Biango” che la porterà fuori dalla città e alla salvezza.

In una bellissima danza di montaggio televisivo, assistiamo alla fuga di Arya dalla città, che sta letteralmente venendo giù. Tutto è inutile, non c’è tempo per salvare nessuno, la situazione è ingestibile e, con il Drago ancora in gioco, la città è il posto meno sicuro dove rimanere.
Mentre riviviamo i momenti e le immagini di quel lontano Settembre 2001, quando l’orrore e l’incredulità generale hanno fatto breccia nelle nostre case attraverso le televisioni, assistiamo al momento più fragile e emotivo di Cersei che, giunta nei sotterranei verso una via di fuga sicura, cede al panico mentre ripete ossessivamente “Non voglio che nostro figlio muoia”. Jaime la stringe a sé mentre cerca di tranquillizzarla, purtoppo la loro via di fuga è bloccata e la fine si avvicina. Con un richiamo alle stagioni passate, quando lui diceva a lei “Nient’altro è importante, solo noi.”, i due si uniscono in un ultimo abbraccio, mentre il soffitto gli crolla addosso.

Cosa dobbiamo aspettarci dalla conclusione dello show? Jon sposerà, farà sesso o ucciderà Daenerys? Daenrys riuscirà a comandare col pugno di ferro a bordo del suo Drago? Ma soprattutto, sarà un finale soddisfacente?

[di Mannaggio]